Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 

Autunno in Trentino: la gioia della (ri)scoperta.

Ecco come raggiungere e mantenere una sorprendente serenità tra percorsi termali e natura.

L’autunno è un racconto meraviglioso. Poterlo vivere da protagonista, come è capitato a me l’anno scorso - e come spero possa capitare anche a te quest’anno - è un’esperienza che voglio condividere con te. Capitata un po’ per caso, come spesso succede a tante cose belle e inaspettate.

Ma partiamo dall’inizio. Sono un uomo come tanti altri, con la passione per lo sport e una particolare predisposizione per le sfide estreme. Forza, velocità, adrenalina, sfida, competizione, conquista. Termini che hanno sempre fatto parte di me e del mio modo di essere.
Mai avrei immaginato di poter riscoprire in un attimo tutto il potere della lentezza, del ritmo compassato della natura, dei silenzi e della pace dell’anima. E quello di un viaggio illuminante, anche questo nato un po’ per caso…

Storia di una vacanza in coppia in Trentino

Seconda premessa. Sono un uomo sposato, e mia moglie mi ha sempre accompagnato volentieri nelle mie vacanze avventurose e a tutta birra. La sua voglia di una parentesi “slow” in cui poter pensare finalmente un po’ anche a se stessa, si è presto tramutata in un’esigenza e in una specifica richiesta: il desiderio di un soggiorno alle terme.

Dopo tanti confronti sulla meta da scegliere, l’ho quindi seguita, con un pizzico di genuina iniziale insofferenza, in quella che appariva come un’esperienza lontana e fin troppo leggera per i miei gusti.

Abbiamo prenotato un fine settimana al Grand Hotel Terme di Comano nel mese di ottobre. È qui che è iniziata la mia personale immersione nel benessere. Quella letterale, nella meravigliosa piscina termale esterna inserita in un silenzioso parco secolare e tra i vapori della biosauna finlandese e del bagno thalasso, e quella figurata, dentro me stesso, che mi ha aiutato a portare a galla tutto il piacere di stare bene.

Tutti rientrano, tu parti!

Non l’avrei mai immaginato, ma lasciare gli amici in città con le loro facce nostalgiche e malinconiche da fine vacanze mentre noi partivamo per il nostro breve break, mi ha fatto riflettere sulla qualità della scelta.

“Cosa pensi di trovare di così interessante in pieno autunno?” dicevano loro. Ma fidatevi di me: regalarsi un weekend o addirittura una settimana di totale relax tra settembre e ottobre in questa zona del Trentino, poco sopra il Lago di Garda, offre un sacco di cose da fare e vedere.

L’autunno sembra fatto apposta per il Trentino

Sarebbe sufficiente citare le mele e l’uva, due dei simboli del Trentino, per capire quanto l’autunno sia una stagione magica per visitare questa terra straordinaria a caccia dei suoi saperi e sapori.

Basta trovare la sagra giusta. Qualche esempio? A fine settembre c’è la Festa dell’Uva a Giovo; il 6 ottobre a Bieno è protagonista il radicchio; dal 12 al 13 ottobre a Casez si celebra la mela, nella mitica Pomaria. E ancora la castagna, che è di scena attorno al 20 ottobre a Brentonico, senza dimenticare le Caneve in Festa a Cembra (19 ottobre).

Oltre alla sagre e alle feste di paese, sono molte le opportunità per gli appassionati del vino con le molte e sempre interessanti visite con degustazione alle cantine. Se come me amate il Rotari Trento DOC un salto a Mezzocorona è d’obbligo.

Fine del viaggio. Ma è un arrivederci…

E arriviamo alla conclusione di questa mia personale esperienza. Consigliata a chi ama viaggiare e visitare luoghi che lasciano il segno. Tornerò? Sicuramente. Ci sono laghi praticamente in ogni angolo, borghi e castelli che intendo visitare al più presto. E poi ce n’è abbastanza per appagare anche la mia sete di avventure tra corse sfrenate in mountain bike e pareti in cui mettermi alla prova con arrampicate mozzafiato.
La prossima volta i miei due mondi si incontreranno e conviveranno pacificamente: dopo ogni corsa proverò il piacere impagabile di rallentare. Abbiamo trovato la nostra isola di pace e felicità che si chiama Grand Hotel Terme di Comano!

Non mi resta che augurare anche a te di trovare in Trentino in autunno quella speciale consapevolezza che ho riscoperto io: sentirsi parte della natura, armonizzare il proprio ritmo e dimenticare per un po’ quelle superflue frenesie che ci contagiano ogni giorno.

Buona strada!
 
 

Weekend di benessere in Trentino: 5 diversi modi per stare bene…con un regalo.

Sotto l’albero a Natale ho ricevuto il dono più prezioso. Vuoi sapere quale? Ti racconto come è andata…

Chiudi gli occhi e pensa. Qual è il regalo di Natale più bello che hai ricevuto? Quello che ti ha stupito, conquistato e fatto brillare gli occhi dall’emozione?
La scelta per me è decisamente facile: un viaggio.
Grand Hotel Terme di Comano
 
 
 
Dettagli
 
 
 

L’inverno e gli itinerari enogastronomici del Trentino

Dalle zuppe ai secondi, dai vini ai dolci: un percorso alla scoperta dei sapori che nutrono mente e corpo.

Sono tantissime le persone che ogni anno, tra dicembre e gennaio, si regalano un viaggio in Trentino attirate dall’incanto e dalla magia dei tipici mercatini natalizi.

Occasioni per curiosare alla ...
Grand Hotel Terme di Comano
 
 
 
Dettagli
 
 
 

In cucina con lo chef Venturini.

Prepara anche tu una ricetta leggera e veloce per conquistare i tuoi ospiti!

Mettiti alla prova con la "Trota marinata agli agrumi su giardinetto di verdure e maionese al latte di soia."
Grand Hotel Terme di Comano
 
 
 
Dettagli